Il Vietnam approva il piano riapertura

Il governo ha approvato un piano pilota per accogliere i viaggiatori stranieri in tre fasi proposto dal Ministero della Cultura, dello Sport e del Turismo (MCST). Ha fissato l’obiettivo di riaprire il Vietnam ai visitatori stranieri completamenti vaccinati senza quarantena. Questo ha dato speranza a tutti nell’industria del turismo vietnamita. Da novembre, i viaggiatori stranieri a Phu Quoc, Khanh Hoa, Quang Nam, Da Nang e Quang Ninh, che hanno risultati negativi dei test, potranno partecipare immediatamente ai tour organizzati senza avere una quarantena di 7 giorni.

Secondo il piano, il Vietnam avrebbe ricevuto i viaggiatori stranieri in tre fasi.

Fase 1: da novembre 2021.

Il Vietnam riceverà i viaggiatori stranieri che partecipano a tour organizzati, voli charter e commerciali verso aree selezionate della città di Phu Quoc (provincia di Kien Giang), Khanh Hoa, Quang Nam, Da Nang e Quang Ninh.

Fase 2: da gennaio 2022.

Il Vietnam amplierebbe la portata delle destinazioni di collegamento. I viaggiatori possono prenotare tour con più destinazioni dopo aver terminato i programmi del tour nella prima destinazione entro sette giorni.

Alcune aree aperte ai turisti che sono completamente vaccinati con due dosi sono Kien Giang, Nha Trang, Da Nang, Quang Nam e Quang Ninh. Saranno aperte più destinazioni se possono soddisfare i regoli stringenti e avere una domanda di viaggiatori stranieri.

Fase 3: Riapertura totale del mercato ai viaggiatori stranieri.

Il Vietnam sarà aperta pienamente ai turisti ma con regole molto strette dopo aver considerato la situazione pandemica e i risultati dell’accoglienza dei viaggiatori stranieri nelle prime due fasi. I viaggiatori includono stranieri e vietnamiti d’oltremare provenienti dai principali mercati turistici.
Al momento dell’imbarco bisogna presentare un certificato di vaccinazione o di guarigione conforme a quanto prescritto dalle Autorità locale, un test molecolare negativo effettuato 72 ore prima della partenza, un’assicurazione sanitaria che copra il rischio di malattia da Covid-19 per tutto il periodo di permanenza in Vietnam con una responsabilità minima di $ 50.000. E devono andare in tour organizzati forniti da agenzie di viaggio.

PERSONALIZZA IL VIAGGIO

Tutti i residenti e lavoratori di età pari o superiore a 18 anni sull’isola di Phu Quoc nella provincia di Kien Giang ha ricevuto la prima dose del vaccino anti-Covid . Anche altre destinazioni turistiche chiave come Khanh Hoa, Quang Nam, Da Nang e Quang Ninh hanno alti tassi di vaccinazione e si sono preparate bene per ricevere viaggiatori stranieri.

Il Ministero degli Affari Esteri riconosce i passaporti vaccinali rilasciati da 72 paesi e territori. Sta inoltre discutendo con circa 80 altri partner sul riconoscimento reciproco dei passaporti dei vaccini.

Gli esperti, pur concordando sul fatto che il Vietnam deve consentire presto i viaggiatori stranieri, hanno sottolineato che la riapertura deve essere attuata con rigorose misure di sicurezza, soprattutto quando molti paesi, tra cui Cina, Singapore, Corea del Sud e alcuni paesi europei, hanno segnalato impennate del numero di casi di Covid.

Questa graduale riapertura segna il gradito progresso da una strategia di pandemia “zero Covid” alla vita nella “nuova normalità”. Nel stendere lentamente il tappeto rosso, si spera che il Vietnam possa presto aprire completamente le porte alle sue numerose e meravigliose destinazioni turistiche.

AMO TRAVEL | Il Pioniere Tour Operatore per Vietnam, Cambogia, Laos, Myanmar e Thailandia
Licenza No: 01-578 / 2013 / TCDL-GPLHQT
Sede principale: 7, 173/75 Hoang Hoa Tham, Ba Dinh, Hanoi, Vietnam
Linea diretta/WhatsApp: +84-913552325 | Tel: +84-24-7303 8186 | Email: [email protected]
Web: https://amotravel.com (In Inglese)
https://www.amotravel.com/it/ (In Italiano)
https://www.amotravel.com/fr/ (In Francese)

CREA IL VOSTRO VIAGGIO!

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x