Vaccini e pass, per turismo vietnamita è ora di prepararsi all’estate dal Aprile

Green Pass

Il Vietnam si sta già muovendo dal Aprile 2021 in maniera ottimistica sta pensando a un passaporto vaccinale, il cosiddetto Green Pass, che consentirà quest’estate i viaggi fra le nazioni con vaccino o test negativo, la notizia giunge dal ministro del turismo Nguyen Thanh Long.

Il passaporto vaccinale, ufficialmente chiamato Certificato verde digitale, sarà un documento sanitario comune a tutti gli stati che servirà a dimostrare che una persona è stata vaccinata contro il Covid-19, ha fatto il tampone con esito negativo o ha contratto il virus ed è guarita.

Questa misura proposta mira infatti ripristinare la mobilità internazionale e revocare le limitazioni ai viaggi in quanto permetterà i turisti tornare a viaggiare in sicurezza nonostante la pandemia, evitando restrizioni e quarantena.

La soluzione è essere realistici basandosi su dati scientifici senza fare previsioni per permettere quanto prima il ritorno in sicurezza dei viaggiatori. Inoltre, mira a ripristinare una vita normale, pre-pandemica in modo da poter riaprire i flussi turistici, anche quelli internazionali, senza rischi per la popolazione locale.

Database e codice QR

Un certificato vaccinale digitale sarà sviluppato a livello tecnico entro i prossimi mesi. Da un punto di vista tecnico, l’intenzione è creare un database per la registrazione delle vaccinazioni e un codice QR personalizzato da custodire sul telefono cellulare che sia riconosciuto in tutti gli Stati membri.

Il QR Code, elemento più importante del Green Pass, dovrà contiene informazioni essenziali come data di nascita, data di rilascio, certificati sanitari pertinenti e identificatore univoco. Nel dettaglio, saranno inclusi 3 tipi certificati:

  • certificato di vaccinazione, con indicazione della marca del vaccino utilizzato, data e luogo della somministrazione e numero di dosi ricevute;
  • certificato di test negativo (antigenico o PCR). Per il momento saranno esclusi i tamponi fai da te;
  • certificato medico di attestata guarigione dal Covid-19 negli ultimi 180 giorni.
Vaccini e pass, per turismo vietnamita è ora di prepararsi all'estate dal Aprile
Pass Vaccinale

CONTATTACI ORA

I Vaccinati del Covid 19

Altro fattore cruciale è la priorità nelle vaccinazioni. Dobbiamo far avanzare la campagna vaccinale con più rapidità nelle zone rosse o poi comunque in quelle già meno colpite dalla pandemia, la città ha grandi centri urbani con alta densità di popolazione e molti parchi industriali; province e città con importanti snodi di traffico.

Cerchiamo di essere seri, scegliamo dei criteri che stiano in piedi!” Vaccinazioni a tutti coloro che sono a contatto con il pubblico, green pass che dimostrino l’avvenuta vaccinazione o il tampone negativo.

Il governo vietnamita abbia scelto di dare priorità alla vaccinazione  dei lavoratori del settori dei servizi essenziali: aviazione, trasporti, turismo, elettricità e servizi idrici, subito dopo aver messo in sicurezza le persone più fragili (lavoratori sanitari e gli over 65). Dopo che sarà completate la vaccinazione delle persone anziane e di quelle vulnerabili tocherà subito alle persone che vivono o si recano nelle zone infette da malattia da virus; i poveri, i beneficiari della politica sociale; persone che vanno a lavorare o studiare all’estero.

Secondo i dati del National Immunization Program (NIP), a partire dal pomeriggio del 18 marzo, il Vietnam aveva vaccinato AstraZeneca per 27.546 persone.

Diversi paesi hanno lanciato “Green Pass”, come la Cina. Alcuni paesi (Tailandia) stanno valutando una riduzione del periodo di quarantena combinata a una attività di test rapidi a campione. Tuttavia, l’Organizzazione mondiale della sanità chiede una cautela in più per i passaporti sanitari, richiedendo alle autorità di locali e agli operatori di non considerare il certificato vaccinazione come la condizione per i viaggi internazionali.

 

Dopo ogni crisi, ci sia una rinascita

L’industria del turismo il 2021 probabilmente si chiuderà in rosso come lo è stato per il 2020. Dopo un lungo anno tutto di chiusure non bisogna assolutamente spostare la luce in fondo al tunnel.

Secondo la Vietnam Tourism Association, al fine di avere soluzioni per aiutare le imprese turistiche a superare la “crisi della malattia”, è necessario mantenere le condizioni epidemiologiche sui livelli stabiliti nel paese e fornire criteri di sicurezza per l’accoglienza degli ospiti in conformità con le pratiche internazionali e le normative del Vietnam. 

Il mondo ha già un vaccino e si prevede che  l’estate 2021 rappresenta la fine della crisi negli Stati Uniti, e l’Europa sta facendo lo stesso. Dal 01 Luglio si parte. Thailandia ha scelto questa data non solamente come punto di partenza per l’inizio di una nuova fase di convivenza con il virus ma soprattutto hanno iniziato a riaprire le proprie frontiere nella speranza di riprendere la stagione turistica per un settore che figura al primo posto tra quello più colpiti dalla crisi da coronavirus. I turisti in arrivo saranno sottoposti a dei test a campione (come ulteriori misura di sicurezza l’ultilizzo dei test rapidi renderà il processo decisamente veloce senza le 24 ore di attesa come nel 2020. In Singapore, verranno effettuati test rapidi a campione sui turisti in arrivo, che consentiranno di iniziare la quarantena per i casi positivi, senza le 24 ore di attesa come nel 2020 e permettere l’ingresso quelli negativi senza quarantena.

Pertanto, questo è il momento di aiutare il turismo vietnamita a non perdere opportunità ed essere in grado di competere con altri paesi nell’accogliere nuovamente i visitatori internazionali. In particolare, il Vietnam è stato uno dei paesi che hanno gestito meglio l’emergenza sanitaria. Da sempre riconosciuto anche quale una delle destinazioni turistiche leader del Sud Est Asiatico, ha ora come obiettivo quello di accogliere i turisti nella massima sicurezza possibile. Basta dare previsioni ottimistiche e selezionare i mercati, negoziare bilateralmente con ogni paese per ripristinare il turismo internazionale.

La speranza è quella, controllando i turisti in arrivo, di creare le condizioni per dimenticarci delle misure di sicurezza cui ci siamo ormai abituati (mascherina e distanziamento sociale su tutti) e vivere una vita di nuovo normale, anche in vacanza.

Vaccini e pass, per turismo vietnamita è ora di prepararsi all'estate dal Aprile
Le agenzie di viaggio e turismo rientrano a riaprire il turismo internazionale

PERSONALIZZA IL VIAGGIO

I piani a supporto del turismo internazionale

“Pass Verde” è fondamentale per farsi trovare preparati per graduale riapertura  del turismo dopo le difficoltà del 2020.

Il Dipartimento generale del turismo sta discutendo l’apertura graduale piuttostoche massccia ai visitatori internazionali con la costruzione di planimetrie dettagliate, con criteri chiari. In particolare, un’attenzione particolare è riservata all’accoglienza dei visitatori internazionali nel post-covid, ma bisogna comunque tenere conto delle soluzioni di prevenzione delle epidemie. L’obiettivori è pristinare la circolazione in modo sicuro, responsabile e che dia fiducia a tutti. Tutti i turisti, una volta sul territorio vietnamita, saranno tenuti a osservare le norme previste per i cittadini vietnamiti, a cominciare dall’utilizzo delle mascherine nei luoghi pubblici. Finché il covid sarà altamente contagioso il turismo sarà bloccato.

Il Vietnam dovrà incoraggiare tutti e tre i mercati, inclusi quelli in entrata (visitatori stranieri in Vietnam), in uscita (visitatori vietnamiti d’oltremare) e nazionali (turismo interno). Prima di tutto è necessario farsi trovare pronti all’arrivo del stagione turistica nazionale. Quindi, le imprese turistiche dovrebbero promuovere un sistema di voucher turistici e la promozione di campagne di comunicazione che facciano del Vietnam una delle principali destinazioni turistiche nel Sud- Est Asiatico.

La ripaperura al turismo internazionale servirà a limitare i danni per un settore come detto di vitale importanza per l’economica vietnamita. Ritroviamo il sorriso dopo un anno particolarmente difficile per tutti.

Amo Travel offre i migliori tour personalizzati e su misura per Vietnam, Laos, Cambogia, Myanmar e Thailandia.
Sede Principale: 7, 173/75 Hoang Hoa Tham, Ba Dinh, Hanoi, Vietnam
Linea diretta/WhatsApp: +84-913552325 | Tel: +84-24-7303 8186 | Email: [email protected]
Web: https://amotravel.com (In Inglese)
https://www.amotravel.com/it/ (In Italiano)
https://www.amotravel.com/fr/ (In Francese)
Contattaci ora per un preventivo gratuito!

CREA IL VOSTRO VIAGGIO!

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x