La ripresa del turismo in Vietnam richiede più azioni: esperti

L’industria del turismo del Vietnam si sta gradulamente riavviando dopo mesi di lockdown a causa della pandemia di Covid19. Tuttavia, sono necessarie ulteriori azioni per garantire una ripresa sostenibile e  inclusiva avvertono gli esperti.

L’isola turistica meridionale di Phu Quoc nella provincia di Kien Giang riaperto il 20 novembre i battenti agli ospiti stranieri vaccinati dopo 20 mesi. Questo è il primo e più vitale passo per rilanciare il settore turismo e preparare per il futuro.  Kien Giang è una delle cinque località a ricevere il via libera dal governo per accogliere i turisti completamente immunizzati da novembre in poi insieme a Quang Nam, Khanh Hoa, Quang Ninh e Da Nang. Anche altri centri turistici come l’antica città di Hoi An e la città balneare centrale di Da Nang hanno accolto i turisti internazionali.

Le aziende turistiche riportano cifre più brillanti dopo il crollo dell’attività a causa della quarta ondata di Covid-19, iniziata alla fine di aprile. Stando quanto riportatoLa piattaforma di prenotazione viaggi online iVIVu in ottobre ha visto le vendite salire al 10% dei livelli pre-pandemia. Anche Traveloka Vietnam ha registrato una crescita delle prenotazioni online degli alberghi. Zannier Hotels Bai San Ho, un resort  sulla spiaggia di lusso nella provincia centrale di Phu Yen, offre nuove promozioni per attirare  nuovi clienti.

Secondo gli analisti di HSBC, la mancanza di visitatori internazionali rende difficile il completo recupero delle attività di alloggio, trasporti e ristorazione, malgrado una spinta ai viaggi nazionali. Il 96% delle aziende turistiche aveva chiuso ad agosto, secondo un sondaggio di VnExpress e del Comitato per lo sviluppo del settore privato. Circa 2 milioni di dipendenti nel settore dei servizi erano disoccupati nel terzo trimestre, con il loro reddito in calo del 15% rispetto al secondo trimestre. Alcuni analisti hanno affermato che le sfide ancora rimangono. Nei prossimi tre-sei mesi il settore del turismo registrerà ancora una bassa domanda in quanto le risorgenze di Covid-19 colpiranno Singapore, gli Stati Uniti, la Russia e diversi paesi europei. Questo spingerà il governo vietnamita ad essere più attento nell’accogliere i turisti stranieri.

Sono state proposte diverse soluzioni per accelerare il processo di recupero. Il Comitato per lo sviluppo del settore privato ha presentato un programma di prestiti per il 2022-2023 specificamente progettato per hotel, compagnie aeree e compagnie turistiche. “I prestiti aiuteranno le aziende a riprendersi dall’impatto della pandemia di Covid-19 poiché le loro risorse sono diminuite”, ha affermato Nguyen Trung Cong, CEO di iVIVu. L’industria del turismo deve prepararsi e adattarsi alla nuova normalità, compresa la digitalizzazione dei servizi e la concentrazione su piccoli gruppi perché le persone si astengono dai grandi gruppi di viaggio.

AMO TRAVEL | Il Pioniere Tour Operatore per Vietnam, Cambogia, Laos, Myanmar e Thailandia
Licenza No: 01-578 / 2013 / TCDL-GPLHQT
Sede principale: 7, 173/75 Hoang Hoa Tham, Ba Dinh, Hanoi, Vietnam
Linea diretta/WhatsApp: +84-913552325 | Tel: +84-24-7303 8186 | Email: [email protected]
Web: https://amotravel.com (In Inglese)
https://www.amotravel.com/it/ (In Italiano)
https://www.amotravel.com/fr/ (In Francese)

CREA IL VOSTRO VIAGGIO!

0 0 vote
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Comments
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x